#28 – 9 ottobre 2020

#28 – 9 ottobre 2020


L’Eco di Bergamo 01/10/2020: Prima casa 3D printing in Germania Calcestruzzo adattato da Italcementi
  Si parla da tempo di stampa 3D e di come un sempre maggior numero di settori potrà godere dei vantaggi portati da questa tecnologia. Qualche settimana fa vi abbiamo parlato della startup californiana Mighty Buildings che lavora per realizzare abitazioni “economicamente accessibili” stampate in 3D. Oggi riportiamo un caso italiano, Italcementi che ha realizzato un calcestruzzo adattato “i.tech 3D”, con il quale è stata costruita in Germania la prima casa stampata.
“Grazie alle nostre conoscenze, abbiamo adattato il calcestruzzo, il tradizionale materiale da costruzione, alle possibilità offerte dalla digitalizzazione” Enrico Borgarello, Direttore Innovazione di Prodotto di Italcementi e responsabile dello sviluppo di i.tech 3D. Un grande esempio di innovazione e tecnologia al servizio del business.
1 min 

 
Strategy+Business 05/10/2020: Creating a powerful ecosystem to sustain competitiveness   La creazione di ecosistemi è una possibile risposta al cambiamento di scenario globale in atto, in cui i clienti cercano esperienze più che prodotti. Il contenuto di conoscenza nel business è diventato sempre più ampio e variegato e le opportunità offerte dalle nuove tecnologie sono esponenzialmente crescenti. Quest’articolo descrive come, in questa situazione di instabilità e di rischio di disruption, riuscire a configurare e gestire un ecosistema permetta di dotarsi di specificità, flessibilità e proficua interconnessione per rispondere efficacemente alle nuove sfide. 5+ min 

 
Notizie.AI 09/10/2020: Replika mi ha incoraggiato a suicidarmi (senza rendersene conto)   Abbiamo sicuramente tutti sentito parlare del caso Replika nelle ultime settimane, il bot “di compagnia” che aveva esortato il suo interlocutore ad uccidere tre persone. La notizia riguarda un test condotto dal Corriere della Sera nel mese di settembre (se avete perso l’articolo potete trovarlo  qui). Alla notizia sono seguiti ulteriori test e approfondimenti da parte di gruppi di utenti più disparati, tra l’indignazione e lo sgomento di alcuni. L’articolo che vi proponiamo rientra tra questi “test”, anche in questo caso l’epilogo potrebbe sembrare drammatico, tuttavia ci pone dinanzi ad una considerazione importante: Il problema non sta nelle risposte del bot ma nello scopo del suo utilizzo. La comprensione profonda all’interno di una conversazione non è data dalla proprietà di linguaggio, che i bot acquisiscono emulando quella di un essere umano, ma dalla capacità di provare emozione ed empatia verso l’interlocutore, ” I bot non saranno mai vostri amici, faranno solo finta di esserlo”.
5 min 

 
Ars et Inventio 09/10/2020: Crowdfunding: una nuova leva per accelerare l’innovazione.   Un interessante approfondimento sull’equity crowdfunding, strumento in rapida maturazione, e sulle opportunità che offre per sostenere l’open innovation e ridurre i costi delle corporate nelle sperimentazioni e nel lancio di nuovi prodotti.  
5 min