Tag: cultura

Innovation Management: risposte utopiche a domande tendenziose

Ogni programma di Innovation Management costruito con coscienza è sicuramente figlio di una strategia di innovazione che ne detta le linee guida. Nel disegnare il programma di Innovation Management si hanno, dunque, tutti gli elementi necessari per costruire un percorso coerente con gli obiettivi aziendali. Disegnarlo è divertente, fino a quando lo si lancia. Perché …

When social learns from innovation

When it comes to innovation, we might think about new technologies, corporate profit, marketing strategy and sometimes creativity. But how many times do we think about innovation as a tool for social change? The essential purpose of a social innovation is to generate ideas and solutions that create social value, developing engaging strategies and new …

Open Innovation: le professionalità per attivare il paradigma

Nel 2004 ero in stage al Centro Ricerche Fiat, quando per la prima volta mi capitò per le mani questo libro rosso e bianco di Chesbrough. Era uscito da poco e la copia che avevo per le mani era stata “trafugata” (presa in prestito) dalla Sant’Anna di Pisa. Ora passava di mano in mano, in …

Pensieri esponenziali 3: ecco il video

Lo scorso 4 febbraio si è tenuto il 3° incontro di Pensieri Esponenziali, la colazione degli innovatori che periodicamente viene organizzata da Ars et Inventio in SPIN. Il tema di questo incontro è stato le immagini, come sempre inserite nel contesto di esperienze esponenziali. Abbiamo pubblicato sul nostro canale Youtube il video del meeting che …

Innovazione: forma o sostanza?

L’innovazione può essere formale? Ciò che rende «formale» un qualcosa è l’adesione a un’idea o a una regola. Ne è un esempio interessante il vivace dibattito, che mi è capitato tra le mani di recente, tra antropologi economici formalisti e sostantivisti del secondo dopo guerra, dove i formalisti si sforzarono di applicare i modelli e …

Open Innovation: le aziende sono davvero pronte?

Henry Chesbrough, nel libro “The era of open innovation” (2003), teorizza la necessità delle aziende di aprirsi al mondo esterno (università, fornitori, clienti, laboratori di ricerca, startup) confrontandosi e scambiando know how in modo da produrre innovazione. Il caso scolastico per eccellenza di Open Innovation è quello di Procter & Gamble, che dal 1999 – …

Che sia l’anno degli smart citizen …

Sul sito Agenda Digitale è stato pubblicato un articolo di Michele Vianello, digital evangelist di Ars et Inventio, con i suoi auspici per il 2016, un anno che, a suo dire, dovrà segnare una maggior presa di consapevolezza da parte degli smart citizen, dopo aver registrato il flop delle smart city a causa di politiche …

Design driven innovation: l’innovazione di significato

Qualche tempo fa, su suggerimento di un mio collega e spinto dalla complessità di un progetto che stavamo affrontando, ho iniziato a studiare la design driven innovation che, comunemente, viene contrapposta alla open innovation, soprattutto per il fatto di essere un approccio che non mette l’utente al centro bensì la capacità di dare un nuovo …

Pensare creativo? Sì, ma con metodo

Immaginate di avere un tempo limitato, ad esempio quindici minuti, per pensare ad un’idea utile alla generazione di un nuovo business oppure per risolvere una nuova sfida di mercato della vostra azienda, da presentare al vostro CEO. Il compito a volte risulta essere talmente ampio che pensereste di non potercela fare, e a rinunciare subito, …

Sostenibilità e valore per il cliente

Un paio di settimane fa, ero al Sole 24 Ore, a coordinare una giornata sul tema Innovazione e Sostenibilità, nell’ambito del Master di Innovation Management. La giornata si è tenuta il giorno dopo l’ammissione da parte dei vertici di Volkswagen di aver truccato i test per le emissioni di CO2: un caso in cui l’innovazione …